Migliori diffusori da supporto sotto i 300 Euro

Migliori diffusori da supporto sotto i 300 Euro

I diffusori da supporto ( o Bookshelf o diffusori da stand o libreria) possono essere installati su un supporto dedicato o su una ripiano di una parete attrezzata. Date le piccole dimensioni sono leggermente limitati in gamma bassa rispetto ai colleghi da pavimento. Scegliere un diffusore da supporto/stand non e’ facile sopratutto se vanno installati un una zona chiusa, ad esempio in un mobile o vicino alla parete di fondo.

Sopratutto nei modelli più piccoli il condotto reflex e posto sul posteriore il che se da un lato si potrebbero generare risonanze indesiderate dall’ altro risulta utile per rafforzare la gamma bassa.

Nella fascia di prezzo fino ai 300 euro, ad esempio, date le ridotte dimensioni dei cabinet e dei woofer di alcuni modelli posizionare il diffusore non troppo lontano dalla parete di fondo genera un discreto aumento della dinamica e della profondità in basso.

Leggi anche:

Migliori Diffusori da supporto tra i 300 Euro e i 600 Euro

1. Cabasse MT32 Antigua 

La Cabasse antigua MT32 è un prodotto non sempre disponibile in quanto trattasi di una serie prodotto solo come special edition di una gamma fuori produzione del produttore transalpino. Il vecchio prezzo era 559 euro il che la rende assolutamente imprendibile per qualsivoglia diffusore da supporto fino ai 300 euro. Il cabinet robusto e il reflex anteriore la costruzione massiccia ne facilitano l’installazione anche in pareti attrezzate e/o in mobili senza che si generino risonanze nocive. Gli altoparlanti di altissimo livello e la grande tenuta in potenza la rendono una ottima scelta per ogni genere musicale.

2. Q Acoustics 3020i

Il piccolo diffusore britannico sarebbe sicuramente il vincitore di questa gamma di costo se non fosse per la Cabasse Antigua MT32. Equilibrato e dolce è perfetto con tutti i generi musicali e non necessita di particolari accortezze nell’installazione e nella scelta dell’ ampli. Una scelta perfetta per chi non ha a disposizione molto spazio.

3. Monitor Audio BRONZE 1

Le nuove bronze di Monitor Audio rappresentano uin enorme salto in avanti rispetto alle versioni precedenti. Caratterizzate da una timbrica analitica non disdegnano generi dove i bassi conta. Per rendere al meglio richiedono un ampli non troppo squillante ma sopratutto dotato della giusta corrente. Finiture al top.

4. KLIPSCH R-41M

Spesso consigliate per il solo home theatre le nuove gamme Klip suonano anche in modo corretto. Data l’alta efficienza sono estremamente facili fa pilotare e perfette per generi musicali aggressivi (rock/digitale/classica). La finitura è leggermente economica ma allineata con i concorrenti.

5. Indiana Line Tesi 261

Le tesi 261 rappresentano una pietra miliare tra i diffusori economici. Italiane ma costruite in cina riproducono egregiamente tutti i generi musicali con una certa predilezione per jazz/blues.. data la non elevatissima tenuta in potenza. Il cabinet “leggerino” richiede una discreta attenzione nel posizionamento in ambiente per ottenere un risultato ottimale.

6. Q Acoustics 3010i 

Sorelle minore delle 3020i ne riprendono tutti i pregi in un cabinet più compatto. Leggermente meno presenti in gamma bassa rappresentano un ottimo punto di partenza per chi non ha un grande budget per iniziare.

7. Indiana Line Tesi 241

Sorelle più piccole delle Tesi 261, nne riprendono titti i pregi ma con bassi meno profondi e ingombro più contenuto. la lotta con le qacoustics 3010i  è asperrima. Più dolci le inglesi, più neutre le italiane.

8. CANTON GLE 426.2

Un ottimo diffusore leggermente penalizzato dal costo. Dolce , equilibrato, presente in basso. costasse 100euro in meno sarebbe molto più in alto

9. TANNOY ECLIPSE ONE

Tannoy si è superata per creare un prodotto veramente economico ma dal buon suono. Se si è alla ricerca della massima dolcezza questo è il prodotto giusto.

coclusione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *