LUXMAN annuncia l’ammiraglia D-10X SACD / lettore CD

d10x

MUS-IC ™ BD34301EKV – un nuovo chip DAC della giapponese ROHM Semiconductor Co. Ltd che debutterà presto nel D-10X, un nuovo lettore SACD / CD di fascia alta di LUXMAN. Il circuito DAC dual-mono del lettore di dischi LUXMAN utilizzerà una coppia di convertitori Delta-Sigma a 32 bit ROHM, ciascuno con un SNR di -130 dB.

Il comunicato stampa di LUXMAN America ci porta ad approfondire le minuzie tecniche del chip ROHM: “ Il MUS-IC ™ BD34301EKV riflette 28 parametri separati ottimizzati per la qualità del suono, compresi aspetti di progettazione dei circuiti, layout, photomask. Ad esempio, per ottimizzare la qualità del suono, i fili selezionati di “collegamento” che collegano il chip al telaio principale sono realizzati in rame, mentre altri sono realizzati in oro. “

L’alimentazione di questi chip DAC è il meccanismo di trasporto del disco LxDTM-i migliorato di LUXMAN che avvolge il meccanismo del disco con fasce laterali in alluminio e una piastra superiore in acciaio da 5 mm per combattere la vibrazione e risonanza. Secondo quanto riferito, LUXMAN ha migliorato il meccanismo di lettura del disco e aggiunto “piedini isolanti in ghisa con gradiente di densità” alla base dell’unità per tenere a bada le risonanze trasmesse dai diffusori.

Tenendo d’occhio lo streaming, troviamo una suite di ingressi digitali sul retro del D-10X. PC, Mac, streamer di rete, console di gioco e accesso TV possono accedere al circuito DAC interno tramite 1 ingresso coassiale o 2 x TOSLINK che si completano con PCM a 24 bit / 192 kHz mentre l’ingresso USB estende il supporto PCM a 32 bit / 768 kHz e porta DSD512 nella foto. Tutti e quattro gli ingressi digitali sono compatibili MQA.

Ma aspetta! L’ingresso USB ha un altro asso nella manica: oltre ad accogliere la consueta modalità di trasferimento dati isocrono di audio USB, LUXMAN ha specificato la loro tecnologia BulkPET che consente di trasferire i dati audio USB dall’host al DAC con la modalità Bulk USB (come utilizzata da un hard unità o una stampante), portando così con sé la correzione degli errori che non viene visualizzata in modalità isocrona.

Secondo il comunicato stampa di LUXMAN America, la modalità BulkPet “ottimizza il packaging e la consegna dei dati al convertitore, facilitando il carico di elaborazione sia per la CPU host che per la CPU del dispositivo. Ciò, a sua volta, riduce il carico di lavoro tra lettura e riproduzione, migliorando la stabilità della riproduzione e migliorando la qualità del suono “.

Il D-10X vede anche il debutto del circuito ODNF-U ‘Only Distortion Negative Feedback (LUXMAN) di LUXMAN che alimenta il segnale analogico dal chip DAC alle uscite RCA’ in lega placcata oro ‘e alle prese bilanciate Neutrik XLR. Torna al comunicato stampa: “Questa configurazione completamente bilanciata massimizza l’accuratezza del rilevamento degli errori, per una maggiore espressione musicale in tutta la banda audio. Filtro del 1 ° ordine graduale su misura x elaborazione a 3 bande per ottenere una forma d’onda naturale senza la necessità di filtri di uscita convenzionali. “

Secondo LUXMAN America, D-10X presenta anche: un alimentatore sovradimensionato con grandi condensatori di filtro e alimentato da un trasformatore più grande del 27% rispetto a quello della precedente ammiraglia di LUXMAN; uno chassis senza loop progettato per proteggere dal rumore digitale; circuiti stampati con “schemi di cablaggio leggermente curvi” che secondo come riferito promuovono il flusso del segnale; Tracce di segnale in lamina di rame da 100 μm e connessioni dorate che cercano di ridurre al minimo la capacità parassita; una finitura in alluminio spazzolato.

Il D-10X inizierà la spedizione ad agosto con un prezzo al dettaglio negli Stati Uniti di US $ 16.495.

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.