Aeron A-165 amplificatore tutto fare

Aeron-a-165-recensione

Da qualche anno ci eravamo persi di vista, i prodotti di Audio4 oggi Stereoland mancavano nel mio shop dopo anni di una collaborazione con (credo) reciproche soddisfazioni. Aeron per me rimane il mitico a 160 o il 2500 se non ricordo male, integrato ibrido 2 canali il primo, ampli 5.1 il secondo. Entrambi i prodotti sono ancora regolarmente nelle case dei rispettivi proprietari conseguenza di progetti ben riusciti. Certo i 2500 non sono più tecnologicamente aggiornati ma sfido chiunque a trovare un sinto ampli moderno in grado di erogare il medesimo bel suono, piu’ simile a un ampli stereo che ad un av receiver!!

Ieri dopo un paio di giorni di attesa mi vedo recapitare un nuovo (per me) Aeron A-165 e non nego una certa emozione e una discreta aspettativa nell’ unpackaging. Si tratta di un integrato ibrido da 70w ma con una versatilita’ elevatissima al passo con i tempi, infatti sono inclusi sia un dac interno che un pre Phono che una connessione bluetooth , in pratica con un solo pezzo si hanno tutte le elettroniche che occorrono per un ascolto moderno!!

Dopo un minimo di contemplazione estetica e una rapida analisi lo metto subito a suonare, la voglia di ascoltarlo era troppa :).

Il look e’ interessante, non si possono non notare i due vu-meters nero/blu, il pannello in alluminio satin black e la placchetta in color rame sul top con il logo. Il pannello posteriore e’ un pelino scarno ci sono solo due ingressi di linea ma del resto non credo ne occorrano di piu’ dato che tra usb, pre Phono, e bluetooth player a cosa servirebbero altri?

 

<img class=”size-large wp-image-13988 aligncenter” src=”https://www.magicsound.it/wp-content/uploads/2018/05/aeron-a-165-fronte-retro-1030×199.jpg” alt=”aeron a 165 fronte retro” width=”1020″ height=”197″ />

&nbsp;

Connesso a una Cabasse BORA (mi occorreva un diffusore estremamente rivelatore quindi ho un pochino esagerato) il suono da subito mi e’ sembrato un pelino spigoloso, decido quindi di lasciare il tutto a suonare per una decina di ore per fare un rodaggio almeno parziale. Ecco.. consiglio … fatene almeno 30 prima di dare un giudizio! Dopo qualche ora quegli spigoli si sono smussati drasticamente (ricordiamo che e’ ibrido quindi anche le valvole hanno bisogno di suonare) e tutto si e’ sistemato. Non si tratta di un valvolare e’ bene metterlo subito in chiaro quindi se cercate la setosità di un valvolare puro non e’ il vostro prodotto, ma tutto e’ veramente ben posto in ambiente. L’analisi e’ estremamente corretta per un ampli di questo costo, la gamma alta e’ nitida e ben articolata, le voci e la gamma media sono piene con un tocco di pastosita’ dovuta probabilmente alla sezione pre, i bassi profondi e controllati, non esuberanti. I 70w sono piu’ che sufficienti per pilotare quasi tutti diffusori ragionevolmente accoppiabili. La cosa che mi e’ piaciuta di piu’ e’ la ricostruzione prospettica, ampia e molto stabile.

Sinceramente non vedo molti concorrenti intorno ai 1000euro, dato che Audio Analogue ha dismesso gli ampli di gamma medio bassa, rimangono ampli consumer con costruzione risicata, e di certo non con la versatilità di questo Aeron A-165. Se poi si aggiunge la correttezza e onesta del produttore. allora il dado è tratto!

CONSIGLIATISSIMO!!

&nbsp;